11 Marzo 2021

Come funziona un pulsossimetro

By admin

La maggior parte delle persone hanno sentito parlare di un pulsossimetro, ma non capiscono bene come funziona. Un pulsossimetro è un dispositivo medico che viene utilizzato per determinare la quantità di ossigeno essenziale nel sangue. Lo fa raccogliendo e misurando le molecole di ossigeno nel sangue del paziente mentre passano attraverso il dito o l’orecchio. Il modo in cui questo viene fatto è piuttosto semplice; il dito o l’orecchio viene posto all’interno del dispositivo e una speciale sonda sensore viene poi posta sul dito o sull’orecchio.

Ci sono molti tipi diversi di pulsossimetri disponibili per l’uso, e variano nel modo in cui funzionano e cosa possono misurare. Alcuni pulsossimetri hanno anche la capacità di memorizzare le informazioni sulle letture precedenti in modo che possano essere inserite nei programmi software del computer che possono leggere i risultati dall’ossimetro. Queste informazioni sono poi programmate nel dispositivo, rendendo facile eseguire rapporti sulle statistiche vitali del paziente. Questi dispositivi sono stati estremamente utili a coloro che soffrono di privazione di ossigeno perché rendono molto facile controllare i livelli di ossigeno nel sangue nel tempo e possono anche consentire ai pazienti di monitorare la frequenza del polso nel tempo pure.

Come funziona un pulsossimetro è già stato trattato in altri articoli, ma per coloro che non hanno familiarità con essi, ecco una rapida panoramica di come funziona questo dispositivo medico. Quando una persona viene messa in una stanza d’ospedale c’è un dispositivo che viene attaccato al paziente e poi una serie di test vengono eseguiti. I risultati vengono letti, e il paziente risulta avere una quantità adeguata di ossigeno nel sangue rispetto alla percentuale di ossigeno nel sangue che viene misurata dal pulsossimetro. Questa è una procedura necessaria perché un paziente potrebbe andare in arresto cardiaco o peggio se non riceve abbastanza ossigeno. L’importanza di un pulsossimetro non può essere sottovalutata perché rende possibile salvare vite! Se soffriamo di qualche patologia legata essenzialmente ai livelli di ossigeno nel sangue, se troppo alti o bassi, di sicuro è bene capire che tipo di pulsossimetro andare ad acquistare e utilizzare. Il primo passo da fare è anche chiamare e chiedere consiglio al nostro medico curante che magari potrà indicarci el caratteristiche che dovremo ricercare in un buon modello di pulsossimetro. Diciamo che questi strumenti medici comunque possono essere utilizzati anche per molti altri motivi, e se volete avere la sicurezza di uno strumento davvero funzionale vi consiglio di consultare anche il sito che vi lasceremo in fondo a questo articolo.

Scegli di cliccare qui per leggere e studiare l’argomento con maggior precisione su questo sito dedicato